QUIK%OS SOSP 200ML 708MG/100ML

Le immagini dei prodotti riportate sul nostro sito sono puramente indicative e potrebbero differire in forma, colore, testo e packaging riportato sulle stesse. Data la difficoltà di aggiornare in tempo reale tutti i prodotti del nostro sito o eventuali errori, Farmaciasanvito.com invita la gentile clientela a richiedere informazioni al nostro servizio clienti per eventuali dubbi. Tutti i prodotti saranno identificati tramite MINSAN (codice del Ministero della Salute).

QUIK%OS SOSP 200ML 708MG/100ML

708 MG/100 ML SOSPENSIONE ORALE1 FLACONE 200 ML

>Guadagna 0,10 € Guadagna 0,10 € (Ogni 1,00 € speso = 1 punto, 1 punto = 0,01 € sconto)
Guadagna 10 punti e convertili in buoni sconto
  Pagamenti sicuri certificati

SSL - Mastecard - Visa - American Express - PayPal - PostePay - Bonifico Bancario

  Spedizione GRATIS con solo 19,90€ di spesa

con Consegna Espressa in 24/48 ore

027763010
9,98 €
Quantità
Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino

100 ml di sospensione contengono: Principio attivo: Cloperastina fendizoato: 708 mg (Pari a Cloperastina cloridrato mg 400). Eccipienti con effetti noti: metile-paraidrossibenzoato (E218); propile-para idrossibenzoato (E216) Per l’elenco completo degli eccipienti vedere paragrafo 6.1

Eccipienti


Gomma xantana, Poliossietilene stearato, Xilitolo, Metile paraidrossibenzoato (E218), Propile para-idrossibenzoato (E216), Aroma di banana, Acqua deionizzata.

Indicazioni Terapeutiche


Sedativo della tosse.

Controindicazioni/Effetti Indesiderati


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1 Per l’assenza di studi nella primissima infanzia, il medicinale è controindicato nei bambini al di sotto dei 2 anni

Posologia


Posologia. Adulti: 5 ml tre volte al giorno. Popolazione pediatrica. Tra 2 e 4 anni: 2 ml due volte al giorno; Tra 4 e 7 anni: 3 ml due volte al giorno; Tra 7 e 15 anni: 5 ml due volte al giorno. Durata del trattamento: 7 giorni. Se non si notano risultati apprezzabili si consiglia di consultare il medico. Alla confezione é annesso un misurino tarato da 2-3-5 ml.Modo di soministrazione: Agitare prima dell’uso.

Avvertenze


Quik sospensione orale contiene contiene E218 metilparaidrossibenzoato, E216 propileidrossibensoato. Possono causare reazioni allergiche (anche ritardate) È consigliata cautela nell’uso in pazienti affetti da ipertensione intraoculare, ipertrofia prostatica o ostruzione della vescica È bene che il Medico inviti il paziente a leggere attentamente il foglio illustrativo.

Interazioni


La contemporanea assunzione di sedativi o antistaminici può potenziare gli effetti indesiderati del farmaco. Anche se gli effetti secondari centrali della cloperastina sono ridotti, il medicinale può interagire con sostanze sia depressive che stimolanti del sistema nervoso centrale

Effetti Indesiderati


Gli effetti indesiderati elencati per frequenza sono riportati, usando la seguente convenzione: Molto comune (≥1/10); comune (da ≥1/100 a <1/10); non comune (da ≥1/1.000 a <1/100); raro (da ≥1/10.000 a <1/1.000); molto raro (<1/10.000), frequenza non nota (non può essere valutata in base ai dati disponibili). Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo. Frequenza non nota: - Orticaria, - Eritema. Alle dosi più elevate sono state segnalate. Patologie gastrointestinali. Frequenza non nota: secchezza della bocca. Patologie del sistema nervoso. Frequenza non nota: lieve sonnolenza che tuttavia scompaiono rapidamente riducendo la dose. Segnalazione delle reazioni avverse sospette. La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo: https://www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse

Sovradosaggio


In caso di sovradosaggio praticare entro breve tempo il lavaggio gastrico e mantenere tranquillo il paziente riducendo al minimo ogni segno di sovraeccitazione centrale; eventualmente ricorrendo in questo caso all’uso di benzodiazepine.

Gravidanza ed Allattamento


Sebbene gli studi di tossicità effettuati durante la gravidanza negli animali non abbiano evidenziato attività teratogena e tossicità fetale, é buona norma prudenziale non assumere il farmaco nei primi mesi di gravidanza e nell’ulteriore periodo solo in caso di effettiva necessità sotto il diretto controllo del Medico.
027763010
Nuovo prodotto

16 altri prodotti della stessa categoria: